Quantcast

Collio, bruciano il bosco ed un’abitazione: colpa della siccità?

Ancora al vaglio le cause dell'incendio che, lunedì pomeriggio, ha divorato due ettari di bosco e un cascinale a San Colombano.

Più informazioni su

Collio. La siccità sarebbe all’origine dell’incendio che si è sviluppato nel pomeriggio di lunedì a Collio, nel bresciano, nella frazione di San Colombano e che ha distrutto oltre due ettari di bosco e, anche, un caseggiato, fortunatamente disabitato, in località Ramazine .
Anche il vento forte che soffiava in zona ha contribuito ad alimentare il rogo per domare il quale sono intervenuti i vigili del fuoco e una ventina di volontari di diverse squadre antincendio e della Protezione civile della Valtrompia. All’aggravarsi della situazione è stato richiesto l’intervento dell’elicottero regionale.
Le operazioni di spegnimento sono durate circa quattro ore, dalle 13 alle 17,30.
Per indagare le cause dell’incendio i carabinieri forestali di Marcheno: ancora da appurare l’origine delle fiamme scaturite da una catasta di legna che potrebbe essere bruciata per autocombustione. Le verifiche sono ancora in corso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.