Quantcast

Mascherina, l’obbligo anche all’aperto scatta in tutta la Val Trompia

I sindaci dei 18 paesi aderenti alla Comunità montana hanno firmato le ordinanze che impongono la protezione delle vie respiratorie nelle piazze, nei centri storici, nei parchi pubblici e nei mercati.

Viste le disposizioni in ordine al rischio di diffusione del Virus Covid 19, in particolare la Legge 126/2021 che ha prorogato lo stato di emergenza nazionale al 31 dicembre 2021 ed ha previsto la possibilità di adottare fino a tale data provvedimenti di contenimento dell’emergenza sanitaria, concordemente tutti i sindaci dei Comuni che fanno parte delle Comunità Montana: Bovegno, Bovezzo, Brione, Caino, Concesio, Collio, Gardone Val Trompia, Irma, Lodrino, Lumezzane, Marcheno, Marmentino, Nave, Pezzaze, Polaveno, Sarezzo, Tavernole sul Mella, Villa Carcina hanno firmato un’ordinanza che impone l’obbligo d’indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nei luoghi all’aperto maggiormente frequentati, piazze, centri storici, parchi pubblici, mercati.
Sostanzialmente in tutti i diciotto comuni sarà in vigore il medesimo divieto. I provvedimenti hanno tenuto conto delle indicazioni ricevute dal Prefetto di Brescia che sollecita l’adozione di ordinanze sindacali per allertare e sensibilizzare la cittadinanza all’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.