Quantcast

Villa Carcina, focolaio Covid in Rsa disabili

I contagiati sono ospiti della Rsa per disabili «Firmo Tomaso». L'episodio forse a seguito di un'uscita esterna. Lo riferisce Bresciaoggi.

(red.) Un focolaio di infezione da Covid 19 è stata registrata in una residenza per disabili di Villa Carcina, nel bresciano.
Come riferisce Bresciaoggi, i contagi da variante Delta, riguarderebbero quattro o cinque persone, ospiti della Rsa per disabili «Firmo Tomaso». Secondo indiscrezioni, una delle persone contagiate sarebbe in gravi condizioni.>
Gli ospiti e gli operatori della struttura sono tutti immunizzati con la seconda dose, ma questo, purtroppo, non scongiura la possibilità di venire contagiati.

Secondo una prima ricostruzione, pare che il contagio sia avvenuto durante una delle attività esterne effettuate dagli operatori con gli ospiti, suddivisi in piccoli gruppi, ma sempre rispettando le regole del distanziamento e delle precauzioni personali.
La struttura, afferente alla rete dei servizi socio-sanitari dell’Ats Brescia, la scorsa primavera, aveva già dovuto gestire un focolaio in cui i contagiati  erano stati circa una trentina, tra ospiti e personale sanitario.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.