Quantcast

Lumezzane, tenta un furto: ladro si spezza il femore

Per sfuggire ai carabinieri un 36enne pluripregiudicato di Modena si è lanciato dal balcone su cui si era nascosto, riportando la frattura di una gamba.

Più informazioni su

(red.) Ha cercato di sfuggire ai carabinieri, prima nascondendosi su un balcone al primo piano di un’abitazione, poi lanciandosi dallo stesso, ma senza fortuna, anzi, riportando la frattura di un femore.
Colpo sfortunato per due malviventi che, nella notte tra venerdì e sabati, a Lumezzane, nel bresciano, hanno tentato di svaligiare “La Piadineria” in via Monte Suello.
I militari della stazione di Concesio, ricevuta la segnalazione del furto in atto si sono recati sul posto e, al loro arrivo, i due ladri,  che nel frattempo avevano forzato la serratura della porta di ingresso del locale, avevano acceso le luci ed iniziato a rovistare nel registratore di cassa, si sono dati alla fuga rifugiandosi al primo piano di un’abitazione confinante.
Uno dei due banditi è riusciti a dileguarsi, il secondo invece, dopo essersi lanciato dal balcone, è rimasto a terra, dolorante.
Sul posto è giunta quindi un’ambulanza del 118 che ha trasferito l’uomo, un 36enne pluripregiudicato originario della provincia di Modena, agli Spedali civili di Brescia dove gli è stata riscontrata una frattura ad un femore, per una prognosi di 90 giorni. L’uomo è stato denunciato a piede libero per il tentato furto. Indagini in corso per identificare il complice.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.