Quantcast

Irma, mancano 80 mila euro nelle casse parrocchiali. Esposto ai carabinieri

I parrocchiani si sono rivolti alle forze dell'ordine dopo aver notato il presunto ammanco, frutto anche di un'eredità.

(red.) Nella piccola comunità di Irma, in Valtrompia, nel bresciano, da tempo i cittadini e i parrocchiani stanno dibattendo su un’eredità lasciata da un prelato, ma che risulta essere sparita. Si parla di circa 78 mila euro, come dà notizia il Giornale di Brescia, di cui non si trova più traccia dopo che nel 2018 il parroco don Luca Ferrari era stato sostituito da padre Paolo Scaratti. E all’interno del Consiglio pastorale agli affari economici è spuntato il presunto ammanco.

Parte di quella somma, sarebbero i 50 mila euro che il diacono Tobia Bonomi ha lasciato in eredità dopo la morte. Di fronte a quella somma di denaro che sarebbe sparita, i parrocchiani hanno deciso di presentare un esposto ai carabinieri della stazione di Collio. Ma nel frattempo la Diocesi di Brescia ha rimarcato che nei conti di Irma non ci sarebbe alcun problema.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.