Quantcast

Il 15 e 16 maggio, Giornate del Fai, è possibile scoprire Irma

La proposta organizzata dal municipio del comune più piccolo della nostra provincia e dalla Comunità montana della Valtrompia prevede tre diversi itinerari. E' necessario prenotare.

(red.) In occasione delle Giornate di Primavera FAI 2021, che si terranno sabato 15 e domenica 16 maggio, la Valle Trompia si presenterà ai visitatori italiani attraverso la scoperta del piccolo ma caratteristico borgo montano di Irma.
Comunità Montana di Valle Trompia aderisce con entusiasmo all’iniziativa FAI per il nono anno consecutivo: in 8 anni sono stati aperti al pubblico 26 beni con una presenza totale di circa 7.600 persone, partendo da Gardone Val Trompia (2013), proseguendo a Marcheno (2014), quindi Nave e Ome (2015), Sarezzo (2016), Lavone e Mondaro di Pezzaze (2017), Lodrino-Borgo di Invico (2018) e Concesio (2019). Purtroppo, causa pandemia, l’edizione del 2020 è stata sospesa e riproposta quest’anno.
Sarà possibile scoprire il patrimonio artistico, culturale, storico-archivistico e naturalistico di una comunità che ha radici antiche e che si è sempre caratterizzata come “laboriosa, unita da forti vincoli familiari, orgogliosa della propria autonomia economica, amministrativa, religiosa e, con più ampia eccezione, culturale e antropologica”.

La storia di questo piccolo borgo verrà narrata da provetti ciceroni attraverso la conduzione di brevi visite guidate in tre differenti percorsi tematici legati all’arte, all’architettura, al patrimonio archivistico e naturalistico. In particolare, i visitatori potranno scoprire e apprezzare la chiesa parrocchiale di Irma, dedicata alla SS. Trinità che racchiude in sé un patrimonio artistico compreso tra il XVII sec. e il XX sec., tra cui spicca un elegante e fedele copia del S. Sebastiano di Tiziano Vecellio, il cui originale del 1522 è parte del polittico Averoldi, conservato presso la chiesa dei santi Nazario e Celso a Brescia. In sacrestia sarà inoltre esposta un’accurata selezione di documenti provenienti dagli archivi comunale e parrocchiale, significativa testimonianza delle condizioni economiche, sociali e ambientali della comunità nel suo insieme.
Ivonne Valcamonico, assessore alla Cultura della Comunità Montana di Valle Trompia ricorda che: “L’adesione dell’ente, attraverso il Sistema Museale ed Ecomuseo di Valle Trompia, con la collaborazione del Sistema Archivistico di Valle Trompia e della Biblioteca comunale di Irma, ha rinnovato il proprio coinvolgimento anche per quest’anno, coordinando e provvedendo alla formazione di 12 studenti dell’IIS Beretta – Liceo scientifico “Moretti” di Gardone Val Trompia, per il ruolo di Apprendisti Ciceroni©, attraverso un progetto di Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento (PCTO) e partecipando attivamente alle iniziative con le risorse a propria disposizione”.

Una passeggiata attraverso i vicoli e le piccole stradine del comune, il più piccolo del territorio della provincia di Brescia, permetterà di immergersi nella quotidianità del piccolo borgo montano, dove le vite dei pochi ma tenaci abitanti si svolgono tra antichi archi, portoni e suggestivi scorci, vigilate e protette da pregevoli sguardi di Santi e Madonne, raffigurati nelle diverse edicole votive dipinte sulle pareti di molti edifici.
Mauro Bertelli, sindaco del comune di Irma, sottolinea che: “Grazie alla disponibilità di giovani volontari locali, della Protezione Civile e del Gruppo Alpini di Irma, i visitatori potranno infine scoprire la bellezza e la ricchezza del patrimonio ambientale che circonda questo luogo. Il Sentiero dell’Acqua, un percorso storico-naturalistico nato nel 2016, che si snoda tra boschi e torrenti e che permetterà di far conoscere le testimonianze storiche e ambientali legate a questo elemento naturale, alla sua preziosa presenza sul territorio e all’interazione con l’uomo, la sua vita e il suo lavoro. La valorizzazione del territorio di Irma è stata possibile grazie anche alla collaborazione con l’assessorato alla Cultura della Comunità Montana di Valle Trompia e con la Sezione Ana di Brescia”.
Gli itinerari proposti saranno visitabili nelle giornate di sabato e domenica, solo ed esclusivamente su prenotazione, da effettuarsi sul portale del FAI:
entro e non oltre venerdì 14 maggio alle 12:00.

Orari delle visite:
1° itinerario: Irma: il borgo rurale-montano
– Sabato 15 maggio 2021: ore 10:00-18:00
– Domenica 16 maggio 2021: ore 10:00- 18:00
2° itinerario: Chiesa parrocchiale della SS.Trinità e sezione archivistica:
– Sabato 15 maggio 2021: ore 10:00-18:00
– Domenica 16 maggio 2021: ore 10:30- 18:00
3° itinerario: Il sentiero dell’acqua di Irma- percorso storico-naturalistico (solo lungo il percorso didattico tratto boschivo):
– Sabato 15 maggio 2021: partenza gruppi ore 10.00 | ore 12.00 | ore 14:00 |ore 16:00
– Domenica 16 maggio 2021: partenza gruppi ore 10.00 | ore 12.00 | ore 14:00 |ore 16:00
Durata del percorso: 90 min. circa (andata e ritorno). Richieste scarpe sportive e abbigliamento da montagna.

Eventi collaterali:
In concomitanza con le Giornate di Primavera FAI, nel comune di Irma sarà possibile:
1. Vivere l’open day visita alla Casa dell’Alpino a cura della sezione ANA di Brescia:
– Sabato 15 maggio 2021: ore 14:00-18:00
– Domenica 16 maggio 2021: ore 10:00- 18:00
2. Visitare la mostra di pittura di Germano Filippini, pittore locale “le cui opere ritraggono vedute, scene di vita contadina e lavoro, immagini della tradizione agreste, ricche di vita e di movimento, con giochi di luce e tonalità delicate, con animo ora inquieto e nostalgico, ora sereno e sognante; la sua arte ferma nel tempo la sensazione d’incanto dei paesaggi dell’amata Val Trompia”, che verrà allestita all’aperto, presso il Portico di Via Piazzetta.
3. Visitare la Bottega Calcari, artista nativo di Irma che trae ispirazione dai luoghi dell’infanzia fondendoli con un omaggio onnipresente al mondo femminile. Il mondo onirico creato da Calcari a metà tra realtà e sogno, lascia in secondo piano le forme favorendo, attraverso il singolare uso del colore, un’intima riflessione sui valori della vita.
I ristoratori della zona hanno infine predisposto una proposta culinaria dedicata, disponibile per il pranzo del sabato e della domenica su prenotazione.
Per informazioni e prenotazioni: Trattoria Raei: 338 9094985. Trattoria Forelli: 030 9220973 | 339 4472879 (solo sabato 15/05).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.