Gardone Vt, spacciava cocaina in tutta la valle: ora è indagato

Dall'aprile del 2020 conduceva una fiorente attività di spaccio, raggiungendo le scuole e anche i minorenni.

(red.) Nei giorni scorsi un uomo è stato indagato dalla Procura di Brescia per la fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti che gestiva in Valtrompia muovendosi anche tra le scuole e rifornendo minorenni. A scoprire il suo “lavoro” nel 2020 erano stati gli agenti della Polizia locale di Gardone verificando che il pusher era stato in grado di spacciare fino a un chilo di cocaina tra i clienti di Gardone, Marcheno, Sarezzo e Villa Carcina.

A suo carico, a partire dall’aprile del 2020, sono state contate 170 cessioni di sostanze e nei suoi confronti si erano mossi proprio gli agenti insieme ai carabinieri. Tra l’altro, l’arresto era stato piuttosto burrascoso, prima aveva tentato di investire un poliziotto a un controllo, proseguendo la corsa verso Brescia. Subito dopo era stato rintracciato dai carabinieri che lo avevano bloccato.

Ma si era anche verificato che l’uomo aveva spinto fuori dalla propria auto un cliente mandandolo al pronto soccorso. La sua attività si è conclusa nel momento in cui, durante la perquisizione, nella sua abitazione sono stati trovati 20 mila euro in contanti e alcune dosi di cocaina. Ora è stato raggiunto dall’avviso di garanzia dopo le indagini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.