Quantcast

L’impatto psicologico della pandemia: iniziative di sostegno in Valtrompia

(red.) I bambini e i ragazzi sono tra quelli che stanno pagando il prezzo più alto dell’emergenza sanitaria in corso. A un anno dall’inizio della pandemia, sono moltissimi i giovani che stanno affrontando difficoltà emotive, psicologiche e sociali. Lo dimostrano anche i dati in possesso di Civitas, la società a capitale pubblico della Comunità montana e dei 18 comuni della Valtrompia: nel 2020 è stato registrato un incremento del 22% relativo alle richieste di supporto psicologico giunte nei consultori adolescenti. Anche i primi mesi del 2021 confermano che il trend è in crescita.

 

Per cercare di andare incontro ai bisogni loro e delle famiglie, Civitas ha deciso di mettere in campo alcune iniziative mirate. Primo fra tutti rimane attivo il servizio gratuito offerto dai consultori adolescenti di Concesio, Lumezzane e Sarezzo, ai quali è possibile rivolgersi per parlare delle proprie fatiche e difficoltà o anche solo per chiedere dei consigli. Il numero da contattare è 331.4958787 dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 15. C’è anche la possibilità di inviare una mail all’indirizzo cnsadolescenti@civitas.valletrompia.it.

Da non trascurare in questo periodo difficile sono anche la salute e il benessere degli adulti, che rimangono i punti di riferimento della famiglia. Per loro i professionisti Civitas propongono i 4 incontri online «S.O.S. GENITORI – Come sopravvere all’anno della pandemia», che intendono offrire uno spazio di riflessione, confronto e di scambio di esperienze. Gli incontri, gratuiti, saranno tenuti dall’assistente sociale Sara Bonanno e dalla psicologa Giulia Di Micco giovedì 18 marzo, l’1, il 15 e il 29 aprile dalle 18 alle 19. Per iscriversi occorre mandare una mail all’indirizzo consultorio.lumezzane@civitas.valletrompia.it.

 

Civitas invita inoltre gli studenti delle superiori a iscriversi al primo laboratorio gratuito di smart school a distanza «I giorni del virus. Realizzazione di un diario digitale del lockdown» a cura di ABIBOOK Società Cooperativa Sociale – ONLUS.
L’iniziativa, che si rivolge ai ragazzi d’età compresa tra i 14 e i 18 anni, consiste nella realizzazione, attraverso l’iscrizione a un gruppo Telegram, di un diario digitale nel quale i ragazzi possono raccontare la loro quotidianità concentrandosi su loro stessi e sul loro modo di reinterpretare questo particolare momento storico. L’attività online gratuita durerà un mese. All’interno del gruppo Telegram ogni settimana verranno poste tre domande alle quali gli iscritti potranno rispondere attraverso immagini, video, pensieri, testi o canzoni… senza limite alcuno alla creatività. Iscrizioni scrivendo una mail all’indirizzo igiornidelvirus@abibook.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.