Coronavirus, focolaio da variante inglese in Rsd a Villa Carcina

Quasi 40 positivi tra gli ospiti e il personale della residenza per disabili "Firmo Tomaso". Sono in attesa del vaccino.

(red.) La campagna di vaccinazione anti-Covid all’interno delle case di riposo e strutture per disabili è alle battute conclusive, ma non tutti nel bresciano hanno ancora ricevuto le dosi. Una di questa è la residenza per disabili “Firmo Tomaso” di Villa Carcina il cui caso è trattato dal Giornale di Brescia. All’interno ci sono 45 ospiti e 15 di questi, insieme a una ventina di operatori, sono risultati positivi al Covid-19.

In particolare, della più contagiosa variante inglese che ha anche fatto finire in ospedale alcuni operatori. Si sta cercando in ogni modo di evitare che i soggetti sani vengano contagiati, ma è anche complicato l’isolamento per quanti sono affetti da disabilità.

E proprio la residenza è un centro vaccinale, ma qui si aspettano ancora le dosi. Sul fronte del vaccino, a partire da oggi, giovedì 18 febbraio, inizieranno le prime 400 somministrazioni in provincia agli over 80 nei due centri di via Morelli a Brescia e a Manerbio. Da lunedì 22 febbraio saranno aperte anche altre sedi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.