Rialzo temperature e rischio valanghe, richiude sp 345 per il Maniva

Dopo la riapertura da domenica mattina, le previsioni meteo indicano un forte rischio. Oggi nuovo sopralluogo.

(red.) Di fronte all’onda di proteste e polemiche per la decisione, giunta a poche ore di distanza, di non riaprire gli impianti di sci a causa dell’emergenza sanitaria, complice la diffusione delle varianti, c’è chi comunque sta sfruttando lo stesso questi due giorni, tra ieri lunedì 15 e oggi, martedì 16 febbraio, tra la neve in montagna. Quindi, mini vacanze di carnevale tra ciaspolatori e discese in slittino. Questa è la soluzione alternativa che è stata trovata anche nel bresciano, ma purtroppo non ovunque.

Per esempio, il Maniva, in alta Valtrompia, rischia di restare di nuovo isolato. Solo sabato scorso 13 febbraio era arrivato il via libera, con la riapertura della provinciale 345 dalla Pineta fino al rifugio Bonardi, alla percorrenza dopo la chiusura ordinata lo scorso 28 gennaio. Ma nelle ore precedenti a martedì 16 è arrivata un’altra ordinanza di chiusura a partire dalle 20,30 di ieri, lunedì. Infatti, dopo il freddo portato dalla corrente Burian, le temperature sono previste in deciso rialzo all’insegna di una primavera anticipata. E questo rialzo non fa altro che provocare rischi di valanghe.

Per questo motivo stamattina, martedì 16, la Provincia farà un sopralluogo per provocare un distacco programmato di neve e mettere in sicurezza per riaprire la carreggiata. La speranza è che funzioni, altrimenti il Maniva rischia di restare irraggiungibile. Tra l’altro, proprio a causa dell’impossibilità di riaprire gli impianti di sci, in quota i ristoranti restano aperti almeno per quegli sciatori che provano altre esperienze. Con la beffa, in base alla situazione meteorologica, di non poter contare nemmeno su quelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.