Autostrada Vt, respinto l’ultimo ricorso. I lavori possono iniziare

Per il Consiglio di Stato la Via del 2002 resta valida. Si lavora alle autorizzazioni per iniziare a costruire galleria.

(red.) Quella di ieri, lunedì 11 gennaio, è stata una giornata importante dal punto di vista del raccordo autostradale della Valtrompia, una delle opere infrastrutturali ritenute tra quelle fondamentali e strategiche in provincia di Brescia. Anche l’ultimo ostacolo giudiziario è stato superato nel momenti in cui il Consiglio di Stato ha rigettato l’ultimo ricorso di Legambiente e del comitato “No Autostrada-Si metrobus”.

Le due realtà avevano impugnato la sentenza a loro sfavorevole del Tar di Brescia e anche chiesto che venisse rifatta una nuova valutazione d’impatto ambientale. Tuttavia, il Consiglio di Stato, ultimo grado della giustizia amministrativa, ha sostenuto che la Via del 2002 resta valida. Nella sentenza depositata ieri, palazzo Spada giustifica di aver respinto i ricorsi per il fatto che i due enti non avrebbero dimostrato quali siano le rilevanti trasformazioni ambientali derivanti dall’opera, tanto che il progetto nel corso degli anni si è ridimensionato a un semplice raccordo autostradale tra Sarezzo e Concesio.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente della Comunità montana della Valtrompia Massimo Ottelli che spera di vedere arrivare le autorizzazioni per iniziare entro marzo con le procedure con cui portare alla realizzazione della galleria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.