Lumezzane, Roberto Ghidini trovato senza vita

Il corpo del dipendente della Rivadossi di Premiano è stato trovato sulla strada tra il capanno di caccia e la sua casa. Era sparito da mercoledì.

(red.) Scomparso dalla mattinata di mercoledì scorso, questa mattina di sabato 29 agosto è stato ritrovato senza vita Roberto Ghidini, il 57enne dipendente della Rivadossi di Premiano di cui si erano perse le tracce.
Un gruppo di ricerca lo ha individuato poco lontano da casa, tra le frazioni lumezzanesi di Premiano e Mosniga.
Il corpo dell’uomo è stato notato lungo il percorso che conduce al capanno di caccia di proprietà dei titolari dell’azienda, che Ghidini era solito frequentare e dove nei giorni scorsi erano stati trovati mozziconi delle sigarette che lui fumava.
E’ possibile che l’operaio stesse facendo ritorno a casa da una passeggiata fino al capanno quando ha perso la vita, forse per una caduta o per un malore. Sarà probabilmente l’autopsia che verrà disposta dall’autorità giudiziaria a determinare le cause del decesso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.