Gardone, boccone sulla ciclabile. Proprietaria salva il suo cane

E' successo sabato quando la titolare ha portato l'animale dal veterinario: aveva quasi mangiato un boccone.

(red.) Non è la prima volta che la pista ciclabile che attraversa la Valtrompia, nel bresciano, finisce nel mirino di gente senza scrupoli che dissemina polpette e bocconi avvelenati per liberarsi degli animali. L’ultimo episodio in ordine di tempo e di cui dà notizia il Giornale di Brescia si è verificato sabato 8 agosto nel tratto della ciclabile in territorio di Gardone.

Una donna era al passeggio con quattro cani e a un certo punto ha notato che uno di loro era stato attirato da un pezzo di pane intinto di una sostanza blu, evidentemente lumachicida. La proprietaria, accortasi in tempo dell’accaduto, ha estratto il boccone velenoso dalla bocca dell’animale, per poi portare il fedele amico a quattro zampe alla clinica veterinaria di Concesio e dove il medico ha salvato l’animale. Dell’episodio sono stati informati anche gli agenti della Polizia Locale che hanno raggiunto il posto per rimuovere eventuali altri pezzi pericolosi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.