Sarezzo, ladri vandali contro gli angeli di bronzo al cimitero

Il colpo è andato in scena lunedì notte: i malviventi sono entrati da via Antonini. Trafugata una delle statue.

(red.) Da lunedì 18 maggio, dopo due mesi di chiusura, a Sarezzo, in Valtrompia, nel bresciano, sono stati riaperti i cimiteri comunali come in altri paesi. Ma qui non sono passate nemmeno 24 ore dalla riapertura e i ladri ne hanno approfittato. E’ successo nella notte verso martedì 19 quando i malviventi – pare almeno due – hanno scassinato l’ingresso secondario in via Antonini.

Quindi, hanno sradicato dal loro basamento due statue di bronzo raffiguranti angeli e donati da una famiglia del paese per abbellire il campo santo. Martedì mattina è stata notata per terra una delle due statue, mentre l’altra era sparita. La sensazione è che, visto il volume e il peso, i due ladri non riuscendo da soli a prendere ciascuna delle due statue ne abbiano preso una lasciando per terra l’altra.

E probabilmente, per quanto riguarda il furto, è probabile che i malintenzionati abbiano l’intenzione di vendere il bronzo. Dal Comune è stato lanciato un appello rivolto a chi potrebbe aver visto o sentito qualcosa e quindi a chiamare le forze dell’ordine.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.