Autostrada Vt, giudice dissequestra il cantiere. Lavori riprendono

Possono riprendere i lavori per predisporre il cantiere del raccordo. L'opera più imponente sarà la galleria.

(red.) Dal punto di vista dei cantieri e delle infrastrutture, in Valtrompia è una notizia che dà una boccata di ossigeno a molti, Infatti, lunedì 27 gennaio il giudice ha dissequestrato l’area di Codolazza, tra Concesio e Villa Carcina, dando di fatto il via libera al proseguimento dei lavori del raccordo autostradale. Era stato il Nucleo di Polizia giudiziaria dell’Arpa Lombardia a sequestrare il cantiere per un presunto problema di autorizzazioni nel muovere terreno scavato tra i due paesi confinanti.

I lavori per allestire il cantiere erano iniziati lo scorso settembre e nella giornata di domani, giovedì 30 gennaio, è previsto un tavolo per affrontare i passi successivi. Uno di questi sarà la predisposizione dell’area per scavare la galleria e il cui inizio è previsto in questi primi mesi del 2020. In ogni caso il tunnel, che arriverà fino a Sarezzo e poi fino al Termine di Lumezzane, sarà scavato non con una talpa, ma in modo meccanizzato.

Lo confermano dall’Anas e parlando di un cantiere totale da quattro anni. Tuttavia, in questo frangente prosegue la battaglia a suon di ricorsi. Al Consiglio di Stato pende l’ultimo del comitato contrario al raccordo dell’autostrada e che sarà discusso il prossimo 23 aprile: i contrari all’opera chiedono che venga rifatta la valutazione d’impatto ambientale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.