Vestone, costituito il Fondo Territoriale per la Valle Sabbia

Lo strumento, cui aderiscono 27 realtà valsabbine, è uno strumento finalizzato a dotare il territorio di un tavolo permanente dedicato al sostegno di progettualità ed interventi filantropici.

Più informazioni su

Vestone. E’ stato costituito martedì 20 settembre, presso la Fondazione della Comunità Bresciana, il Fondo Territoriale per la Valle Sabbia, importante strumento finalizzato a dotare il territorio valsabbino di un tavolo permanente dedicato al sostegno di progettualità ed interventi filantropici.
La formale costituzione del Fondo è avvenuta con l’atto di firma degli enti costitutori, nel corso della conferenza stampa presso la Comunità Montana di Valle Sabbia.
Contribuiscono economicamente al Fondo le seguenti realtà: Fondazione della Comunità Bresciana; Comunità Montana di Valle Sabbia; Alpicapital Spa; Apindustria-Confapi Brescia; Automazioni Industriali Capitanio Srl; Azienda Speciale Valle Sabbia Solidale; Banca Valsabbina Scpa; Breco Srl; Camozzi Group Spa; Dall’Era Valerio Srl; Elektrovent Srl; Fast Spa; Fondo Carlo e Camilla Pasini; Fondo Silvestro e Margherita Niboli sezione Fondital; Gnutti Cirillo Spa; ImbalCarton Srl; Intred Spa; Isoclima Spa; I.V.A.R. Spa; Ivars Spa; La Cassa Rurale – Credito Cooperativo Adamello GiudicarieValsabbina Paganella Soc. coop.; LafreSrl; Omsi Trasmissioni Spa; Rotary Club Valle Sabbia Centenario; Secoval Srl; Servizi Ambiente Energia Valle Sabbia Srl; Unidelta Spa.

Il Fondo ha una iniziale dotazione complessiva pari 287mila euro. Tali risorse vengono disposte dagli enti aderenti, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita e promuovere opportunità di crescita e coesione sociale nella comunità della Valle. In particolare, il Fondo sosterrà il nuovo Bando Territoriale dedicato alla Valle Sabbia (giunto alla sua dodicesima edizione), la cui emanazione è prevista per le prossime settimane.
Le disponibilità del Fondo possono essere ulteriormente aumentate, anche da enti o persone terzi, tramite una donazione da effettuare nella seguente modalità: c/c intestato a Fondazione della Comunità Bresciana Onlus, Dipendenza: Banca Intesa Sanpaolo (Codice IBAN: IT 55 B 03069 09606 100000009608- Causale: Fondo Territoriale per la Valle Sabbia).

«Il Fondo Territoriale per la Valle Sabbia- ha spiegato Alberta Marniga, Presidente Fondazione della Comunità Bresciana- l’ 81esimo presso la nostra Fondazione, è il risultato di una collaborazione e di uno sforzo corale. Sono 27 gli enti – che desidero ringraziare sentitamente – che hanno deciso di donare, in diversa misura, notevoli risorse destinate al sostegno della collettività. Si tratta di un numero importante, che testimonia certamente una grande generosità, ma soprattutto la convinta volontà degli imprenditori e degli amministratori pubblici di lavorare, insieme, in ascolto e al servizio del proprio territorio».

«Questo Fondo- ha aggiunto Giovanmaria Flocchini, Presidente Comunità Montana di Valle Sabbia- ha una grande valenza dal punto di vista culturale e sociale perché senza dubbio saprà privilegiare iniziative e sensibilità di valore che provengono dalle nostre comunità. La Valle Sabbia si dimostra, una volta di più, un’area sensibile e inclusiva avendo risposto concretamente, e con grande impegno, a questa proposta che nasce come esigenza del territorio e che ovviamente la Comunità Montana ha voluto abbracciare e sostenere con determinazione. Un plauso ed un ringraziamento a tutte le realtà imprenditoriali ed associative che hanno contribuito alla costruzione del progetto condividendone gli obiettivi».

«Siamo particolarmente soddisfatti di quanto presentiamo oggi– ha concluso Michele Lancellotti, Consigliere Fondazione della Comunità Bresciana. -Il Fondo raccoglie e concretizza la generosità di quanti, legati al nostro territorio valsabbino, sono determinati a promuoverne il pieno sviluppo, con uno sguardo rivolto alle fasce più vulnerabili. Si tratta di uno strumento che trova la propria genesi all’interno della comunità stessa, dalla quale recepisce le esigenze e le istanze, che aprirà a nuovi percorsi e sfide per la collettività».

«I progetti di inclusività, all’interno di una più ampia visione sostenibile che è senza dubbio attuale e strategica per le Società operative della CMVS, sono sempre più all’attenzione degli organi amministrativi che hanno, con entusiasmo, raccolto la proposta del Presidente della Comunità Montana, aderendo quindi ad un progetto che mira sia alla crescita che alla coesione sociale del territorio» ha chiosato Marco Baccaglioni, Direttore Generale Società partecipate Comunità Montana di Valle Sabbia.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.