Quantcast

Bagolino senza guardia medica: è polemica

Il comune bagosso lamenta il grave disservizio che si è creato con la disattivazione del presidio sanitario, l'unico presente nel giro di 50 km. Ats: "Mancano i medici".

(red.) Bagolino (Brescia) è senza medico. Non più attivo, almeno a quanto riporta Il Giornale di Brescia, nemmeno il servizio di Guardia medica.
In Comune sono diverse le segnalazioni sul disservizio, di cui l’amministrazione non sarebbe stata informata.
Una situazione molto delicata quelle che sta vivendo il paese bresciano, piccolo centro montano lontano dai presidi ospedalieri (distanza in auto un’ora) e in cui la presenza di anziani è prevalente. Ma non solo: Bagolino è meta di turismo in ogni stagione dell’anno.
Un disservizio che crea un disagio ancora più marcato andando incontro alla stagione invernale.

Il sindaco Gianzeno Marca ha contattato Ats, che ha spiegato che la situazione è legata alla carenza di medici.
Chiuso dunque l’unico presidio sanitario nel giro di 50 km e che era collocato nei locali comunali di via Parrocchia, l’amministrazione bagossa si è dunque rivolta al direttore generale dell’ Agenzia tutela salute, Claudio Sileo, lamentando la situazione con una lettera che è stata inviata nei giorni scorsi, in cui si chiede non solo un incontro, ma, pure, “la solerte riattivazione di tale servizio al fine di salvaguardare il diritto alla salute dei nostri concittadini”.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.