Quantcast

Bagolino, un orso a passeggio nei monti sull’Eridio

Il grosso esemplare maschio avvistato in diverse zone del bacino lacustre dove ha distrutto appostamenti fissi da caccia. Il Comune ha allertato la popolazione.

Più informazioni su

(red.) L’orso torna a fare capolino sulle montagne attorno al lago d’Idro.
La presenza di un grosso esemplare maschio è stata segnalata da più parti nel bresciano, tra Bagolino, Idro, Anfo e  Ponte Caffaro. A confermare “le passeggiate” del plantigrado anche Regione Lombardia, tanto che il comune bagosso ha affidato a Facebook  un appello che invita alla prudenza e alle regole di comportamento da tenere nel caso di un incontro (speciale sì, ma pericoloso) con l’animale.

“In questi giorni, scrive il Comune di Bagolino sul social network, “sono stati segnalati eventi di danno presso capanni di caccia nei Comuni di Idro, Anfo e nella frazione di Ponte Caffaro, riconducibili alla presenza di un esemplare di orso nella zona. Dal 18 settembre ad oggi ci risultano 5 eventi di danno, con distruzione di voliere e conseguente fuga o morte dei richiami vivi”.

“Al fine di evitare l’avvicinamento dell’animale”, continua l’avviso dell’amministrazione comunale, “a luoghi frequentati dall’uomo e quindi anche agli appostamenti fissi di caccia, e per salvaguardare gli uccelli di richiamo, sarebbe opportuno e consigliabile ritirare i richiami dalle voliere durante la notte e di evitare di lasciare il pastone di alimentazione in prossimità degli stessi, con particolare riferimento ai comuni sopra indicati”.

Secondo quanto riferito dalla polizia provinciale l’orso sarebbe a caccia di cibo, così da costituire la riserva d grasso indispensabile nella stagione del letargo. Sono animali molto voraci ed in gradi di percorrere fino a 30 km al giorno.

Altri avvistamenti di plantigrado erano stati effettuati nelle scorse settimane in Valcamonica, dove un orso era stato fotografato a passeggio sulla Sp 88, tra Paspardo e Cimbergo e dove aveva distrutto alcuni alveari di un’azienda agricola.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.