Quantcast

Roè Volciano, finisce a coltellate la lite per la sorella

Due giovani hanno litigato per le attenzioni che uno di loro rivolgeva alla sorella più piccola dell'altro. Dagli insulti alle botte e infine due fendenti. Uno al civile in codice giallo e l'altro in caserma.

(red.) E’ finita a coltellate, con un ragazzo in caserma e un altro ricoverato in ospedale la discussione tra due giovani – un italiano e un pachistano – avvenuta nel tardo pomeriggio di questo venerdì a Roè Volciano, nella zona attorno al centro sportivo della località valsabbina a due passi dal lago di Garda.
I contorni della vicenda sono ancora da chiarire, ma al centro del litigio tra i due coetanei sarebbero state le attenzioni che uno dei due dedicava alla sorella più piccola dell’altro, troppo giovane a suo dire per avere una relazione con un ragazzo molto più vecchio di lei.
Così dalle parole i due sono passati alle mani: prima le spinte, poi i pugni, finché qualcuno ha estratto un coltello. Due colpi di lama hanno raggiunto un 24enne alla schiena e al collo, per fortuna in maniera non tanto grave da far temere per la sua vita: il ragazzo è stato ricoverato in codice giallo dopo essere stato trasportato al Civile con l’eliambulanza. Sul posto, oltre al personale sanitario, i carabinieri di Vestone e del Radiomobile di Salò.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.