Quantcast

Agnosine, guida senza patente: quattro denunce in un anno

Un 31enne valsabbino, recidivo al volante senza licenza di guida, ha collezionato quattro verbali in 12 mesi.

(red.) Se non c’è due senza tre, è vero anche che il quattro vien da sè. E il detto popolare è stato rispettato alla lettera da un 31enne di Agnosine, nel bresciano, sorpreso per la quarta volta in un anno dalla polizia locale al volante dell’auto, senza patente di guida.

L’automobilista indisciplinato ha collezionato così l’ennesima denuncia per  denuncia il mancato possesso della licenza di guida.

Nel primo episodio, avvenuto 12 mesi fa, il 31enne aveva riferito agli agenti della Locale della Valsabbia di avere dimenticato il documento, che invece, risultò non avere mai conseguito.

La seconda volta venne pizzicato a bordo di un’auto, sempre senza patente, ma anche senza assicurazione e su una vettura che aveva la targa rubata.
Successivamente, finì fuori strada con l’auto, finendo contro il pilone di un cancello. Anche in quel caso non aveva la patente.

Nonostante le tre denunce ricevute, il 31enne ha perseverato, fino alla quarta e (per ora) ultima volta quando la polizia locale, durante un controllo stradale, ha notato l’uomo, oramai un volto noto, alla guida di una automobile.

Alla ista degli agenti, il 31enne si è lanciato in un tentativo di fuga, arrivando a casa e parcheggiando la vettura davanti all’abitazione, dove poi gli agenti l’hanno ritrovata. Poco dopo si è presentata un’altra persona affermando di essere il proprietario del veicolo, ma , di fronte alle domande dei poliziotti, l’uomo è caduto in contraddizioni, svelando il trucchetto messo in atto dall’automobilista “allergico” alla patente.

Per i 31enne valsabbino è scatta dunque la quarta denuncia per guida senza patente e per  l’amico proprietario dell’auto quella per “incauto affidamento del veicolo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.