Quantcast

Muscoline, rifiuti interrati all’asilo: i bambini possono tornare in classe

Lunedì i piccoli studenti possono rientrare per partecipare agli ultimi dieci giorni prima della pausa estiva.

(red.) Dopodomani, lunedì 21 giugno, i bambini iscritti all’asilo “Marco Pedrali” di Castrezzone di Muscoline, in Valsabbia, nel bresciano, torneranno regolarmente alle attività dopo che l’altro giorno, giovedì 17, sul posto si è mosso un vasto schieramento tra vigili del fuoco, Arpa, Polizia locale e carabinieri alle prese con gli scavi che hanno fatto emergere dei rifiuti. Quindi, per i bimbi, confermati gli ultimi dieci giorni di attività scolastiche fino al 30 giugno. Ma dovranno accedere in sicurezza da un altro ingresso e non dal vialetto principale. Potranno continuare a svolgere anche le iniziative all’aperto, ma solo nel cortile interno, visto che lo spazio verde esterno scavato e poi ricoperto resta sotto sequestro.

Ora si attendono i risultati sui campioni di terra prelevati dall’Arpa per capire anche come muoversi. E la volontà è quella di rimuovere i rifiuti ora emersi, ma risalenti a vent’anni fa, quando le prime denunce in realtà non avevano portato a conseguenze. Si capirà anche se si tratti di inquinamento e quindi se ci sarà bisogno di una bonifica. In ogni caso per il terreno coinvolto, che già da tempo era inaccessibile e recintato attraverso i suoi 4 metri di profondità, il magistrato Antonio Bassolino ha aperto un’inchiesta per discarica abusiva e forse si potrebbe aggiungere anche l’inquinamento ambientale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.