Quantcast

Paitone, telecamera sorprende nuova incursione dei vandali agli alpini

Il colpo maggiore era avvenuto lo scorso 15 maggio. A distanza di un mese identificati quattro minorenni.

(red.) Nelle ore precedenti a giovedì 17 giugno i carabinieri bresciani della stazione di Nuvolento hanno denunciato alla procura dei minori quattro ragazzini tra i 16 e 17 anni, residenti proprio tra Nuvolento e Muscoline, per alcuni episodi vandalici e incursioni ai danni della sede degli alpini in via Stefano Allocchio a Paitone, in Valsabbia. I colpi si erano consumati lo scorso maggio, ma aldilà del valore della merce rubata – qualche alcolico e bibita – sono stati i danni a essere ingenti. L’episodio più grave era accaduto la sera del 15 maggio quando i giovani erano riusciti a trovare un accesso da una finestra per poi consumare qualcosa sul posto e fuggire lasciandosi dietro i danni.

E ci avevano provato anche pochi giorni dopo. Gli alpini avevano dovuto mettere mano alle riparazioni, ma nel frattempo avevano segnalato l’episodio ai militari. Così era stata piazzata una foto-trappola che ha immortalato l’ennesima incursione dei vandali, con tanto di spranghe. E uno di loro aveva anche il volto scoperto. Così si è riusciti a risalire alla banda, ora nei guai per furto in concorso e danneggiamento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.