Quantcast

Vallio Terme, ciclisti e pedoni di nuovo nel mirino: trovate piastre chiodate

L'ultima segnalazione segue quelle dello scorso aprile. E il fenomeno si sta ripetendo in Valsabbia e Franciacorta.

(red.) C’è qualcuno, probabilmente più di una persona, al quale non piacciono i movimenti dei ciclisti e dei pedoni ed escursionisti lungo i sentieri di montagna. Ne sanno qualcosa i diretti interessati che a Vallio Terme, in Valsabbia, nel bresciano, hanno trovato alcune piastre chiodate e piantate nel terreno lungo i percorsi più frequentati con il chiaro intento di fare del male.

La zona, purtroppo, non è nuova a questo tipo di ritrovamenti e già era successo lo scorso aprile nel percorso verso il Colle di Sant’Eusebio. E altre segnalazioni provengono verso Odolo, ma anche in altre località di montagna della Valsabbia e in Franciacorta. Per questi episodi ci sono delle indagini in corso, mentre chi trova questi oggetti pericolosi e se ne accorge, li rimuove per non provocare danni a quanti passeranno in seguito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.