Vallio Terme, chiodi e ostacoli sui percorsi contro i ciclisti

Le segnalazioni sono arrivate nel fine settimana. E c'è chi chiede ai Comuni di attivare delle misure di sicurezza.

(red.) Gli appassionati di mountain bike che nel fine settimana hanno percorso una serie di sentieri in provincia di Brescia – come attività sportiva era consentita dalle restrizioni – non hanno potuto fare a meno di segnalare una serie di trappole probabilmente dirette a loro. Di questo dà notizia Bresciaoggi registrando le lamentele e preoccupazioni per il fatto che quegli ostacoli potrebbero recare dei pericoli.

La zona interessata è quella di Vallio Terme, in Valsabbia, dove per terra c’erano delle spranghe di metallo con tanto di chiodi. E la preoccupazione riguarda anche il fatto che quei sentieri sono ufficiali e mappati. C’è la sensazione che qualcuno voglia colpirli dopo che la categoria dei ciclisti era finita nel mirino per una serie di comportamenti. In ogni caso si chiede agli enti locali di prestare attenzione per evitare conseguenze più serie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.