Quantcast

“Mascherine Ffp2 non affidabili”, azienda di Prevalle le ritira dal mercato

Sull'azienda valsabbina anche La7. L'impresa: ritiro avviene solo per precauzione, dispositivi sono corretti.

(red.) Le mascherine ormai da oltre un anno sono diventate un indumento da indossare ogni giorno, purché siano affidabili e realizzate in modo da evitare la diffusione del contagio da nuovo coronavirus. Questo perché dalla provincia di Brescia arriva una testimonianza, di cui scrive il Giornale di Brescia, per un’azienda di Prevalle per cui è stato disposto il ritiro dei prodotti. Succede alla Gmm Labs che si era vista puntare i riflettori de La7 sulla presunta inaffidabilità delle mascherine Ffp2 che l’azienda valsabbina ha prodotto.

Per questo motivo, come scrive la stessa impresa in una nota, “stiamo procedendo al ritiro di tutto il materiale venduto, a tutela dell’utilizzatore finale”. Ma l’amministratore Giuseppe Mora sottolinea anche che il ritiro avviene in modo prudenziale e su richiesta di un ente certificatore e non per ammettere che i dispositivi non sarebbero affidabili.

Infatti, l’azienda si era vista sospendere l’autorizzazione fino al 15 marzo. Tutto questo, come detto, è avvenuto dopo che il laboratorio chimico dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli aveva effettuato alcuni test mostrando percentuali pericolose di filtrazione. Dall’azienda valsabbina fanno sapere di sostituire sul mercato i prodotti ritenuti non affidabili, da ritirare, con quelli certificati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.