Mancato rispetto misure anti-Covid, altri due bar chiusi a Vobarno e Esine

Ieri altri sigilli sono scattati per i due locali in Valsabbia e Valcamonica. Clienti consumavano all'interno o vicino.

(red.) Oltre a quello di via Cremona a Brescia, in città, nella giornata festiva di ieri, mercoledì 6 gennaio, le forze dell’ordine hanno sanzionato altri due bar in provincia. Infatti, sono stati sorpresi alcuni clienti intenti a consumare aperitivi all’interno o nelle vicinanze nei locali. Pratica che in restrizioni da zona rossa, come era ieri, non è consentito.

In Valsabbia, i carabinieri della compagnia di Salò hanno trovato addirittura dieci clienti in un locale di Vobarno tra il bancone e i tavolini. Tutti, gestore compreso, sono stati sanzionati con 400 euro ciascuno ed è stata disposta anche la chiusura per cinque giorni. Chiuso un bar anche a Esine, in Valcamonica, oltre ai clienti sanzionati dai carabinieri di Breno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.