Chiede e ottiene reddito di cittadinanza, ma è imprenditore. Denunciato

Un 54enne residente a Vobarno aveva dichiarato di essere disoccupato con moglie e figli. Ha percepito 13 mila euro.

(red.) E’ un altro furbetto del reddito di cittadinanza che finisce nei guai quello scoperto dalla Guardia di Finanza nel bresciano. L’uomo, un 54enne, era riuscito a ottenere il beneficio di sostegno economico dichiarando di essere sposato e con moglie e due figli a carico, ma disoccupato. Così è riuscito in un anno a incassare fino a 13 mila euro. Tuttavia, su di lui si sono accesi i riflettori, prima delle Fiamme Gialle e poi della procura di Brescia, per le dichiarazioni mendaci che aveva fornito nel chiedere il beneficio.

Infatti, l’uomo non solo non era disoccupato, ma addirittura è risultato essere un imprenditore nel settore della distribuzione di prodotti odontotecnici tra il suo Paese d’origine, il Marocco e l’Italia. Su di lui, residente a Vobarno, in Valsabbia, era stata lanciata una segnalazione dalle Poste mobilitando la Guardia di Finanza.

E così l’imprenditore è stato iscritto nel registro degli indagati per truffa ai danni dello Stato e violazione delle regole sul sussidio. Le Fiamme Gialle, nel momento del sequestro preventivo di ogni bene del furbetto, hanno trovato solo 6 mila euro su conti e carte di pagamento. Ma si è scoperto che l’uomo aveva compiuto acquisti di merce per 150 mila euro e poi piazzata all’estero, svuotando i propri conti in poco tempo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.