Quantcast

Casto, aggressione al cacciatore in baita. Parte un esposto

Oggi l'avvocato della doppietta depositerà la denuncia e il video che immortalata i tre forestali nel controllo eccessivo.

(red.) In queste ore intorno a mercoledì 4 novembre è tornato di attualità quanto era successo lo scorso 18 ottobre nel momento in cui a Casto, in Valsabbia, nel bresciano, un cacciatore 60enne venne denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. E in quell’occasione una telecamera piazzata sul posto aveva immortalato i tre carabinieri forestali che si erano rivelati troppo aggressivi nei confronti della doppietta, caduta anche a terra.

Per quei fatti il cacciatore si è rivolto al proprio avvocato e ha deciso di denunciare gli stessi forestali. Oggi, mercoledì 4, l’esposto arriverà in procura con allegato il video ripreso dalla telecamera. La denuncia nei loro confronti scatterà per abuso d’ufficio perché, secondo il legale del cacciatore, i tre hanno perquisito quella baita senza un decreto e senza elementi indotti alla flagranza.

Ma anche per il fatto che l’assistito ha incassato 19 giorni di prognosi da quel controllo oltre le righe. Tuttavia, per quei fatti le associazioni ambientaliste si erano schierate con i forestali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.