Nuvolera, coppia di finti operai truffa un’anziana: via gioielli e denaro

Ieri mattina l'ennesimo episodio di raggiro ai danni di una 87enne. Che ha denunciato i fatti ai carabinieri.

(red.) Per mettere a segno la truffa hanno usato un meccanismo che ormai e purtroppo è molto rodato nel momento in cui ci si trova davanti a una signora anziana. E’ successo ieri mattina, martedì 22 settembre, quando una coppia di ragazzi che si sono qualificati come tecnici dell’acqua e gas hanno raggiunto un’abitazione di via Patuzza a Nuvolera, in Valsabbia, nel bresciano. L’anziana in quel momento era sola in casa e quando si è trovata di fronte i due addetti non ha esitato ad aprire la porta.

Si è anche sentita chiedere di radunare insieme gioielli, oggetti di valore e denaro per un fantomatico rischio che durante le operazioni si innescasse un incendio. Quindi la donna ha acconsentito facendo mettere tutto nel frigorifero. Intanto uno dei malviventi ha anche raggiunto l’appartamento vicino della figlia dell’anziana rubando un anello.

E i due sono dovuti scappare con il bottino quando il nipote della donna stava tornando a casa. All’anziana, messa di fronte all’accaduto, non è rimasto altro da fare che denunciare il raggiro ai carabinieri di Nuvolento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.