Saviore, cade mentre raccoglie funghi: salvato

La vittima è un 68enne di Bedizzole. Sabato il Cnsas ha soccorso escursionisti anche a Berzo Demo, a Zone e a Casto.

A Valle di Saviore, un uomo di Bedizzole di 68 anni questo sabato 12 settembre è caduto per oltre un centinaio di metri mentre si trovava con la moglie in cerca di funghi sul versante verso il Lago d’Arno, in una zona molto impervia.
La moglie è riuscita a chiedere aiuto. Sul posto è volato l’elisoccorso di Brescia, che ha imbarcato un tecnico della stazione del Cnsas di media valle (Corpo nazionale di soccorso alpino e speleologico), che conosce molto bene la zona, e così sono riusciti a rintracciarlo.
Si è trattato di un intervento particolarmente complesso, per la presenza di bosco fitto e anche perché il pendio è molto ripido. L’uomo è stato individuato, recuperato e portato in ospedale al Civile di Brescia.
Sempre la stazione di media valle del Cnsas è intervenuta a supporto dell’elisoccorso di Bergamo anche a Berzo Demo, verso il rifugio Palam Palé, per un uomo residente in zona, di 65 anni.
Era finito fuori strada con un mezzo a tre ruote, ma quando ha cercato di uscire dall’abitacolo è scivolato per alcuni metri e ha riportato alcune ferite. Sono intervenute anche ambulanza e automedica.

Altro allertamento poco prima delle 16,30 di sabato 12 settembre per un uomo di circa 60 anni, di Bagnolo Mella, che aveva avuto un malore nei pressi del rifugio Almici, nel comune di Zone. I tecnici della Stazione di Breno sono saliti con il mezzo fuoristrada. L’uomo è stato portato con l’elicottero di Brescia di Areu (Azienda regionale emergenza urgenza) in ospedale. L’intervento si è concluso i serata.
A Casto sono state soccorse due ragazze in difficoltà nel primo tratto della ferrata di Nasego. La richiesta d’intervento è arrivata intorno alle 14. La squadra della Valsabbia le ha raggiunte, calate e accompagnate, illese, alla base della ferrata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.