Agnosine, scoppia incendio in un fienile: si indaga sull’atto doloso

Il rogo è divampato martedì notte bruciando centinaia di balle di fieno. Sull'accaduto indagano i carabinieri.

(red.) Nella notte tra martedì 14 e ieri, mercoledì 15 luglio, è divampato un incendio all’interno di un fienile ad Agnosine, in Valsabbia, nel bresciano. E’ stato un vicino di casa, residente nella periferia della località fuori dalla frazione San Lino, a notare il bagliore delle fiamme evidenti nel buio della notte. Ha quindi chiamato i vigili del fuoco e anche il proprietario dell’edificio.

Questo, giunto sul posto, ha portato all’esterno attrezzi e mezzi agricoli e fatto in modo che le fiamme non raggiungessero un altro locale vicino dove erano presenti altri arredi. Purtroppo, però, non si è potuto fare nulla per evitare che centinaia di balle di fieno andassero in fumo.

Sul posto si sono mossi i vigili del fuoco di Salò, Vestone, Brescia e da Lumezzane che fino all’alba hanno lavorato per spegnere le fiamme. La sensazione è che il rogo sia stato doloso, visto che da diversi giorni i proprietari non si presentavano e non c’è nulla che possa innescare un corto circuito. Sull’accaduto indagano i carabinieri della compagnia di Salò.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.