Gavardo, scatti e video pedopornografici sui cellulari. Arrestato

Un 35enne marocchino è finito in manette. Gli agenti hanno trovato immagini orribili in due smartphone.

(red.) Lui era finito nel mirino di un’inchiesta partita da Milano, ma in seguito escluso e nel frattempo la stessa indagine ha raggiunto anche Brescia. E per lo stesso uomo, un 35enne residente a Gavardo, in Valsabbia, la situazione rischia di complicarsi seriamente. Ieri mattina, mercoledì 24 giugno, per lui è scattato l’arresto da parte dei carabinieri che gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di detenzione di materiale pedopornografico.

L’atto è stato notificato subito dopo un mandato di perquisizione che ha portato le forze dell’ordine a controllare due cellulari a disposizione dell’uomo, di origine marocchina. All’interno dei due dispositivi c’erano 701 immagini hot e altri video in cui venivano immortalati minorenni, anche bambini, in scene di sesso. Arrestato e portato dietro le sbarre, ora attende l’interrogatorio di convalida.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.