Lavenone, tubo abusivo provoca una frana: strada chiusa

L'episodio ieri pomeriggio ha portato il Comune a disporre l'interdizione al transito. Si cerca il responsabile.

(red.) Da ieri pomeriggio, domenica 10 maggio, è chiusa al traffico a causa di una frana la strada comunale tra Lavenone e la frazione di Presegno in Valsabbia, nel bresciano. Ne dà notizia il Giornale di Brescia. Sembra che sull’asfalto siano caduti alcuni materiali e terriccio e in parte già rimossi, ma viste le pessime condizioni meteo previste tra oggi, lunedì 11 e domani, martedì 12 maggio, per motivi di sicurezza è stata firmata un’ordinanza di chiusura.

Ma sull’accaduto indagano i carabinieri forestali di Idro, considerando che quel promontorio dove si è verificata la frana era in realtà asciutto. E in effetti a monte, in un intervento condotto con la Protezione Civile, è stato trovato un tubo abusivo che da tempo raccoglieva acqua da un vicino canale per poi scaricarlo all’esterno.

Proprio questo avrebbe indebolito il fronte provocando lo smottamento. Ora si continuerà a indagare per trovare il responsabile, mentre i vigili del fuoco di Vestone con la Protezione Civile si sono occupati di rimuovere il materiale. Con l’ordinanza di chiusura, i più a disagio sono le poche decine di cittadini che abitano a monte e ora sono costretti ad allungare il percorso lungo una strada di montagna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.