Odolo, raccolta fondi a domicilio: due denunciati

Gli agenti della Locale hanno beccato due persone che senza alcuna urgenza chiedevano soldi per associazione.

(red.) In un periodo di piena emergenza sanitaria da coronavirus succede anche che scattino una serie di denunce a carico di chi pratica la solidarietà. A Odolo, in Valsabbia, nel bresciano, gli agenti della Polizia Locale impegnati in una serie di controlli su tutto il territorio hanno notato e fermato due individui che si presentavano casa per casa per chiedere degli aiuti a favore di un’associazione.

Il loro fine era nobile, ma non connesso a un momento di urgenza. Per questo motivo, come riporta Bresciaoggi, i due volontari sono stati denunciati e si sono sentiti chiedere dalla municipale di usare altri modi per chiedere fondi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.