Prevalle, è morto annegato: lunedì funerale di Nicola Gosetti

Ieri dall'autopsia sono arrivate le conferme sull'identità e sulle cause del decesso. Lunedì l'ultimo saluto.

(red.) Nicola Gosetti è morto annegato. Dall’autopsia eseguita ieri, venerdì 21 febbraio, sono emerse due conferme rispetto a quel cadavere che era stato trovato mercoledì 19 tra le paratie della centrale idroelettrica Bkw di via Fucine a Prevalle, in Valsabbia, nel bresciano. La prima certezza riguarda il fatto che quel corpo è del 36enne che si era allontanato da casa il primo gennaio, a pochi metri di distanza dal luogo del ritrovamento del corpo senza vita.

Il secondo dato è che nei polmoni dell’uomo c’erano tracce di acqua, quindi è confermata la morte per annegamento, avvenuta – ancora non è chiaro – per un suicidio o una caduta accidentale nel fiume Naviglio Grande. E di conseguenza è stata esclusa ogni altra pista.

Appurati questi elementi emersi ieri dall’Istituto di Medicina Legale dell’ospedale Civile di Brescia, il magistrato ha concesso il nulla osta al funerale. Oggi, sabato, la salma tornerà a disposizione della famiglia e lunedì 24 febbraio alle 14 nella chiesa parrocchiale di San Michele a Prevalle si terrà l’ultimo saluto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.