Nuvolera, via la catenina a un 18enne: identificati due minori

I carabinieri di Nuvolento avrebbero individuato gli autori del furto e dell'aggressione dei primi di gennaio.

(red.) I carabinieri bresciani della stazione di Nuvolento avrebbero chiuso il cerchio intorno a un’aggressione e con furto di una catenina avvenuti ai primi di gennaio a Nuvolera, in Valsabbia. Vittima era stato un 18enne che si trovava a bordo di un autobus lungo il percorso che da Brescia porta verso Salò. E sulla stessa corsa c’erano anche due minorenni ritenuti gli autori di quel furto.

Secondo la ricostruzione, appurata anche dalle immagini riprese dalle telecamere a bordo del pullman e poi in paese, nei pressi della fermata, i due minori avrebbero individuato chi colpire. E a Nuvolera, quando il neo maggiorenne era sceso dall’autobus, i due lo avrebbero inseguito per poi strappargli la catenina dal collo e darsi alla fuga.

Ma il 18enne non aveva desistito e li aveva inseguiti chiedendo la restituzione del gioiello. Tuttavia, in compenso aveva rimediato un pugno al volto. La stessa vittima non aveva potuto fare altro che denunciare l’episodio ai carabinieri e facendo partire le indagini. A distanza di giorni i militari avrebbero identificato i due minorenni, con precedenti, che potrebbero ricevere dei provvedimenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.