Quantcast

Odolo, primo matrimonio gay nel bresciano

Giovedì il sindaco Cassetti ha celebrato in municipio l'unione tra due uomini 40enni residenti in paese. Altri riti simili sono previsti in alcuni paesi.

Più informazioni su

(red.) Giovedì 11 agosto al municipio di Odolo, nel bresciano, è stato celebrato il primo matrimonio omosessuale in provincia. A fare gli onori di casa è stato il sindaco Fausto Cassetti (civica di centro destra) con la fascia tricolore che ha officiato l’unione tra due uomini 40enni residenti in paese. La coppia si era formata da alcuni anni, ma i due desideravano che diventasse qualcosa di legale. Così, per opera della legge Cirinnà, lo hanno potuto fare.
E’ stata una cerimonia molto intima e privata, con poche persone e poco clamore in vista della festa che ci sarà sabato 13 agosto. Come l’hanno presa i cittadini di Odolo del fatto di ospitare il primo matrimonio gay nel bresciano? Il sindaco dice di aver visto il benestare di tutta la comunità, tranne per i più anziani tradizionalisti. In provincia sono previste altre celebrazioni di unioni omosessuali a Braone, Bovezzo, Moniga del Garda, Brescia, Rezzato, Desenzano, Montichiari e Nave.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.