Quantcast

Domenica 12 a Gianico la performance ‘Invasioni di campo’

Più informazioni su

(red.) Domenica 12 dicembre 2021 per le vie e piazze del centro storico di Gianico, a conclusione del progetto “La Cultura Altrove” promosso da Comunità Montana di Valle Camonica, Bim e Fondazione Cariplo si terranno due repliche (alle 18 e alle 20) della performance prodotta dal Centro Culturale Teatro Camuno dal titolo “Invasioni di campo”. Un appuntamento voluto e sostenuto, oltre che dagli enti comprensoriali anche dal comune di Gianico, in collaborazione con Museo della Stampa Lodovico Pavoni – Artogne Vallecamonica, La Cà de Jànech e ProLoco Gianico.
Agito da tanti attori di differenti gruppi ed associazioni del territorio, il racconto di appartenenze fatto di contaminazioni, verrà riproposto all’aperto nei seguenti luoghi: Piazza Franca Ghitti, Corte Mondinini e a La Cà de Jànech. Gli “ invasori di campo” (attori, danzatori, musicisti, comunicatori, light designer, grafici, tecnici) condurranno lo spettatore in un percorso ricco di suggestioni , evocazioni ed atmosfere che mescolando passato e presente mettono a confronto tradizione e innovazione, narrazioni dirette e narrazioni virtuali. I luoghi di appartenenza, i luoghi della memoria, i luoghi abbandonati e /o rigenerati, le botteghe di prossimità, il cibo di prossimità, il cibo come nutrimento della mente, la cultura vissuta in spazi innovativi saranno i contenuti principali che sottendono il racconto a tratti poetico e a tratti moderno, frutto di una ricerca approfondita in differenti ambiti e di vari laboratori che si sono attivati.

Anche così si raccontano le comunità della Valle Camonica: tra quadri che prendono vita, danze, letture teatrali, musiche e giochi di luce, in un luogo di aggregazione e di socialità come il centro storico del paese che (ri)prende a risuonare di storie. Di ieri e di oggi. Un adattamento dello spettacolo messo in scena per la prima volta nel rifugio antiaereo di Breno nel mese di settembre.
La mise en espace, oltre a proporre una propria lettura delle tematiche accennate, omaggerà attraverso remake e contributi le diverse voci che hanno partecipato al progetto “ La Cultura altrove” in una sorte di festa finale.
“Invadendo il campo ci siamo resi ancor più conto di quanto siano importanti socialità e partecipazione, di quanto i luoghi – anche quelli dismessi – siano essi stessi testimoni messaggeri di storie, di quanto vicinanza e vicinia siano viatico in questo nostro tempo“. Un lavoro collettivo che vede la regia di Bibi Bertelli .

Interpreti: Giovanni Bellini, Arianna Fiora, Andrea Gabossi, Rossana Sigala, Angelo Somaini, Talisa Paola Busani, Stefano Gelfi, Matilda Stofler.
Davide Domenighini (fisarmonica), Benjamin Le Roux (chitarra) Elisa Richini (violoncello), Leo Sansiveri Richini (Fagotto) e la partecipazione di Silvia Bontempi (violino).
Danzatrici: Anita Carrara, Francesca Calzoni, Matilda Stofler, Talisa Paola Busani, dirette da Silvia Dante. Quadri viventi Battista Maffessoli – Giovanni Bellini, Vittorina Michelotti – Rossana Sigala, Doro Antonioli – Andrea Sorsoli
Coordinamento drammaturgico: Nini Giacomelli, Bibi Bertelli, Paola Cominelli, Daniele Bressanelli. Testi di Franco Arminio, Tiziano Terzani, Gianni Rodari, Giorgio Gaber, Carlin Petrini, Nini Giacomelli. Regia Bibi Bertelli. Coreografie Silvia Dante. Costumi Rina Sanzogni. Trucco, parrucco Luigi Vangelisti – “ Da Luigi” Breno. Musiche Astor Piazzolla, Nicola Piovani, Enriquez Bacalov. Canzoni Giorgio Gaber, Fabrizio De André – Mauro Pagani, Nini Giacomelli – Alessio Lega, Francesco De Gregori. Disegni a tema Renata Besola. Invasioni di Campo Comunicazione Paola Cominelli, Daniele Bressanelli, Andrea Sorsoli, Laura Benaglio
Riprese, montaggio Andrea Sorsoli, Raniero Bonafini. Fotografie Andrea e Lorenzo Sorsoli, Laura Benaglio. Installazioni, Luci e Fonica Event service – Kevin Vielmi, Nicolò Melotti.

Locandina Gianico Invasioni di campo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.