Quantcast

Darfo, identificati cinque responsabili della notte “brava”

Si tratta di 5 ragazzini, tre dei quali di 15 e 16 anni. Sono stati denunciati a piede libero per danneggiamento aggravato in concorso.

(red.) Sarebbero già stati identificati dai carabinieri cinque minorenni del gruppetto di ragazzini protagonista, nella serata di sabato scorso a Darfo Baorio Terme (Brescia) della spaccata della vetrina di una kebabberia nel centro del paese camuno.
A dare una spinta decisiva alle indagini le immagini del video delle “gesta” dei giovanissimi, postato sui social network. Tre sono minorenni, 15 e 16 anni, mentre gli altri due sono maggiorenni da poco. Quattro di loro sono residenti a Darfo, il quinto a Costa Volpino, nella bergamasca. I ragazzi si sono presentati in caserma accompagnati dai propri genitori.
Sono accusati di danneggiamento aggravato in concorso e sono stati denunciati a piede libero. Nei loro confronti potrebbe essere anche applicata la misura del Daspo “Willy”, che prevede il divieto di accesso ai locali del centro storico.

Secondo una prima ricostruzione della notte brava, all’origine del raid vandalico non ci sarebbe stata la richiesta del titolare del locale di esibire il green pass, ma, invece, l’allontanamento di uno di loro, che, ubriaco, stava molestando le persone presenti nella rosticceria. Il ragazzino era uscito e poi tornato in compagnia degli amici con cui è iniziato il lancio di sedie, bottiglie e tavolini all’indirizzo della kebabberia. Le indagini proseguono per arrivare all’identificazione anche degli atri componenti il gruppetto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.