Quantcast

Cimbergo, la titolare non è vaccinata: chiusa la farmacia

Provvedimento di Ats della Montagna: per i prossimi tre giorni il presidio sarà chiuso e con esso anche il dispensario di Paspardo.

Più informazioni su

(red.) Chiusura straordinaria, su provvedimento di Ats della Montagna della farmacia di Cimbergo e del dispensario di Paspardo, collegato alla medesima attività.
Il motivo?  La titolare dell’esercizio non è vaccinata e quindi in contrasto con l’obbligo previsto per legge “per tutti gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario, ivi compresi i farmacisti”,
Una situazione che si è verificata anche a Milzano, dove la farmacia del paese è stata chiusa perchè i titolari non si sono sottoposti alla vaccinazione obbligatoria e quindi ne è stata disposta la chiusura, per il momento a tempo indeterminato.

Situazione diversa a Cimbergo e Paspardo dove lo stop è stato imposto, per il momento, per un lasso di tempo limitato, ovvero solo per le giornate di sabato, domenica e lunedì.
Una tempistica legata alla decisione (o meno) della titolare di provvedere entro questi tre giorni a vaccinarsi. Se decidesse di non farlo dovrebbe nominare un direttore che si occupi del negozio e dell’annesso dispensario.
I sindaci dei due paesi si stanno attivando per offrire un servizio di consegna dei medicinali ai residenti, per lo più anziani, in considerazione del fatto che la farmacia è l’unico presidio presente in un raggio di una decina di chilometri.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.