Quantcast

Darfo Boario, troppo alcol nel sangue: dieci patenti ritirate

(red.) Nella notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre, i carabinieri della Compagnia di Breno hanno svolto un servizio di controllo straordinario del territorio nel quale sono state impegnate dieci pattuglie dell’Arma e che ha interessato il comune di Darfo Boario Terme. Da un lato sono stati identificati numerosi giovani, molti dei quali minori, che si erano raggruppati in centro, dall’altro sono stati eseguiti controlli alla circolazione stradale per verificare i requisiti di guida e sanzionare i conducenti ubriachi.

Il bilancio parla di dieci patenti di guida ritirate; in sette di questi casi al ritiro del documento è seguita una denuncia penale, mentre negli altri tre casi è stata comminata una semplice sanzione di tipo amministrativo. Nei due posti di blocco istituiti nella notte, prima a Boario e poi a Darfo, sono finiti un 52enne e un 44enne, residenti in provincia di Bergamo, che avevano un tasso di 1,99 e 1,14 g/l, un 25enne di nazionalità albanese con tasso di 1,24 g/l, un 19enne e un 24enne, per i quali il valore è risultato di 1,29 e 1,35, oltre a un imprenditore 52enne del posto con tasso di 1,36 g/l.
E’ stato indagato alla Procura per i minorenni anche un 17enne che era alla guida del suo scooter insieme ad un suo amico di 15 anni: lo studente aveva un tasso di 1,24 g/l ed è stato riaffidato ai genitori.

Nello scorso fine settimana, i carabinieri della stazione di Edolo hanno arrestato un pregiudicato 40 enne, residente in provincia di Milano, che stava scontando una pena definitiva a più di sei anni di reclusione per reati contro il patrimonio. Era stato affidato a una comunità di recupero, ma aveva espressamente rifiutato di continuare il suo percorso terapeutico di disintossicazione e per tale ragione il magistrato di sorveglianza ha disposto il ripristino della sua detenzione in carcere per scontare la pena.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.