Quantcast

Folle fuga al posto di blocco: nei guai 69enne di Capo di Ponte

L'uomo, che stava guidando la sua Bmw con la patente revocata, ha tentato di sottrarsi al controllo dei carabinieri. Inseguito, è stato catturato. Davanti al giudice ha patteggiato otto mesi.

Più informazioni su

(red.) In poche ore ha tentato la fuga a un posto di blocco ed è stato condannato dal Tribunale di Brescia. Mattinata nera quella di sabato 8 maggio per un 69enne di Capo di Ponte, in Valle Camonica che è incappato in un posto di controllo disposto alla rotonda di Forno Allione dai Carabinieri della stazione di Cevo.
Prima l’uomo si è fermato, ma quando ha capito che i militari lo avrebbero multato perché stava guidando la sua Bmw con la patente di guida revocata, ha inserito la marcia ed è fuggito.
Inseguito dai carabinieri ha attraversato a folle velocità i comuni di Cedegolo, Sellero, Ono San Pietro e Capo di Ponte, incurante delle altre auto che si è trovato davanti, ma anche dei pedoni che ha incrociato nelle strade dei paesi. La centrale di Breno ha fatto convergere nella zona altre due pattuglie, finché i militari sono riusciti a bloccarlo definitivamente nella frazione Pescarzo del comune di Capo di Ponte.
La fuga, che si è protratta per diversi chilometri, si è conclusa senza altre conseguenze anche se il rischio che potesse succedere qualcosa di grave è stato alto. E l’anziano ha confermato di essere scappato perché non in possesso della patente. E’ così finito in manette per resistenza a pubblico ufficiale.
Nel giro di poche ore è comparso davanti al giudice del Tribunale di Brescia che ha convalidato l’arresto. E il 69enne ha patteggiato la pena di otto mesi di reclusione.
A questa condanna vanno aggiunte tutte le sanzioni pecuniarie per le violazioni al codice della strada commesse durante la fuga.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.