Quantcast

Darfo, “Manifesto della Comunicazione Non Ostile scelta vincente”

Più informazioni su

(red.) In occasione del primo anno dalla applicazione della norma che prevede insegnamento obbligatorio di Educazione Civica, il Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i diritti umani ha invitato le amministrazioni comunali a promuovere iniziative che, nell’ambito scolastico, contribuiscano alla formazione civica delle nuove generazioni.

“In questo anno di pandemia -afferma il Sindaco di Darfo Boario Terme Ezio Mondini – i nostri ragazzi si sono rapportati al mondo esterno, ai loro amici, alla scuola attraverso la rete dimostrando come, se utilizzato rispettando alcune regole educative basilari, questo strumento possa rappresentare una grande risorsa. Per questa ragione abbiamo ritenuto di accogliere l’invito del Coordinamento riproponendo ai ragazzi il “Manifesto della Comunicazione Non Ostile” cui abbiamo aderito lo scorso anno”. 

 

Per concretizzare questo intervento educativo, l’amministrazione ha deciso di realizzare una copia del “Manifesto” e di affiggerla in ciascuna classe, oltre 200, dalla primaria alle superiori, affinché possa rappresentare uno spunto di riflessione e una occasione di dibattito, secondo le modalità e i tempi adeguati a bambini e ragazzi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.