Quantcast

Cevo, schiacciato da un albero che sta tagliando: muore dopo una settimana

Martino Cape, di 65 anni, è deceduto l'altra sera all'ospedale di Sondrio dove era stato ricoverato l'8 aprile.

(red.) Non ce l’ha fatta Martino Cape, l’uomo di 65 anni che nel pomeriggio dello scorso 8 aprile era stato travolto da un tronco d’albero mentre tagliava della legna a Cevo, in Valcamonica, nel bresciano. L’uomo, parso subito in condizioni serie, con diverse lesioni interne e un’emorragia, era stato condotto all’ospedale di Sondrio per essere sottoposto a un intervento chirurgico. Ma non è stato sufficiente e così il 65enne era finito in coma e l’altra sera, giovedì 15 aprile, è deceduto.

Andato in pensione, Martino Cape si era appassionato di attività agricole e quel pomeriggio aveva raggiunto con i parenti un bosco nei pressi del cimitero di Cevo per tagliare della legna da ardere. Ma durante quei movimenti era rimasto schiacciato tra un albero e un muretto. Quindi i soccorsi, ma era troppo grave. L’uomo lascia la moglie e tre figlie. La salma si trova nella camera mortuaria dell’ospedale di Sondrio a disposizione del magistrato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.