Quantcast

Piancogno, cappelle-santelle rivestite di rame nel mirino dei ladri

Il colpo è stato messo a segno la scorsa giovedì notte. Identico a quello avvenuto anni prima: stessi autori?

(red.) Poco meno di una settimana fa, nella notte tra giovedì 8 e venerdì 9 aprile, sette piccole cappelle che si trovano lungo la strada verso il Santuario dell’Annunciata a Piancogno, in Valcamonica, nel bresciano, sono state saccheggiate dai soliti malviventi. Il loro obiettivo era impossessarsi del rame di cui sono formate le tegole dei tetti. Ma oltre al danno i ladri hanno anche danneggiato le strutture.

Il motivo? Un colpo identico, forse da parte degli stessi autori, si era verificato anni prima. A quel punto il Comune aveva messo mano ai danni sostituendo buona parte del rame con lamiere in ferro dal valore più scarso.

Peccato che i malviventi di pochi giorni fa abbiano separato il rame dal ferro provocando danni e riuscendo quindi lo stesso a commettere il colpo. L’episodio è stato denunciato ai carabinieri che, attraverso le immagini riprese dalle telecamere del paese e di quelli vicini, stanno cercando di risalire ai responsabili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.