Quantcast

Coronavirus a Brescia, altri 23 morti. Preoccupano i focolai in Valcamonica

Dati registrati negli ultimi due giorni. In valle il moltiplicarsi dei nuovi casi sarebbero legati alle grandi famiglie.

(red.) Altri 23 morti in provincia di Brescia registrati negli ultimi due giorni – domenica 11 e ieri, lunedì 12 aprile – a causa o con la presenza del Covid-19. Sono i numeri che continuano a essere drammatici a fronte, invece, della continua decrescita dei nuovi casi positivi e anche di un rallentamento di quei malati che hanno bisogno di essere ricoverati in ospedale, se non addirittura in terapia intensiva. Ma non ovunque nel bresciano si assiste a un calo dei contagi.

In particolare, ci sono ancora alcune situazioni che restano preoccupanti e da monitorare in Valtrompia, ma anche e soprattutto in Valcamonica. Proprio qui, come riporta il Giornale di Brescia, si sono verificati dei focolai. A Bienno, per esempio, si sono registrati circa trenta casi in una settimana, ma altre situazioni simili hanno colpito anche Artogne, Borno e Sonico. E nella maggior parte dei casi si parlerebbe di grandi famiglie che spesso si sarebbero incontrate nonostante le disposizioni e anche i consigli di non ritrovarsi.

Tornando invece e purtroppo alle vittime, ben dieci sono a Brescia città e le altre tra Paratico, Poncarale, Gardone Valtrompia, Mazzano, Montichiari, Prevalle, Concesio, Desenzano, Idro, Manerba, Salò, Sarezzo e Sulzano. Tra i deceduti ci sono anche due under 70 molto conosciuti nei propri paesi. Si parla del 63enne Guido Cola di Brione, originario di Gussago, attivo nel gruppo degli alpini e che aveva aperto un’azienda di tinteggiature. A Cividate Camuno, invece, è morto a 68 anni Gianfranco Disetti, volontario riconosciuto nella sua comunità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.