Quantcast

Breno, spara colpi di fucile a quattro amici: resta ai domiciliari

Misura confermata ma non per tentato omicidio: secondo il giudice i colpi potevano solo provocare i danneggiamenti.

(red.) L’uomo di 55 anni che nel fine settimana di Pasqua a Degna di Breno, in Valcamonica, nel bresciano, è stato arrestato per aver esploso alcuni colpi di fucile all’indirizzo della cascina dove si trovavano quattro giovani amici intenti a festeggiare proprio il periodo pasquale, dovrà restare ai domiciliari. Ma non per il tentato omicidio aggravato dai futili motivi che la procura aveva contestato, bensì per i danneggiamenti, le minacce e la violazione di domicilio.

In ogni caso, l’arresto nei confronti dell’uomo è stato convalidato. Secondo il giudice che ha confermato la misura, però, i colpi esplosi non sarebbero stati in grado di uccidere qualcuno, ma semmai solo di provocare i danneggiamenti. E intanto i carabinieri che hanno indagato su quei fatti hanno avviato la procedura per sospendere il porto d’armi a carico dell’uomo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.