Coronavirus a scuola, chiusure di classi da Gargnano a Chiari e Angolo Terme

Ogni giorno che passa nel bresciano si moltiplicano le classi e le scuole che sono costrette alla quarantena.

(red.) Questo inizio di settimana a partire da ieri, lunedì 22 febbraio, non ha mancato in provincia di Brescia di confrontarsi con l’ennesima segnalazione di altre classi o istituti scolastici costretti a chiudere a causa dell’emersione di nuovi casi positivi al contagio. Per esempio, succede a Gargnano, sull’alto lago di Garda, dove da ieri l’asilo Feltrinelli, anche se non stati registrati casi Covid, è sottoposto a un intervento di sanificazione.

Chiuse, invece, due classi delle scuole medie dopo che i tamponi hanno accertato dei casi positivi tra docenti e familiari degli studenti. Dall’altra parte della provincia, a due passi dalla zona rossa attivata su Castrezzato, anche Chiari deve confrontarsi con la chiusura degli istituti. Nel paese si è deciso di fermare, dopo la chiusura già arrivata per l’asilo “Pedersoli”, anche una classe prima, quarta e quinta elementare.

Infine, sempre per quanto riguarda un’elementare, una classe di Angolo Terme, in Valcamonica, è stata posta in quarantena dopo l’emersione di uno studente positivo. Il resto del plesso, invece, continua a fare regolarmente lezione in presenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.