43enne di Poncarale soccorso sopra la Sacca di Esine

Stava scendendo dal rifugio Marino Bassi, poi ha deciso di rientrare dalla Valle dell’Inferno. Era in difficoltà, ma in buona salute.

Più informazioni su

(red.) Era partito la mattina di mercoledì 17 febbraio da Poncarale per un’escursione in Valle Camonica e stava scendendo dal rifugio Marino Bassi, poi ha deciso di rientrare dalla Valle dell’Inferno, sopra la Sacca di Esine. A un certo punto però ha perso la traccia del sentiero (il numero 730) e si è ritrovato in una zona molto impervia. Così nel tardo pomeriggio, intorno alle 18,30, è arrivata al Cnsas la richiesta di soccorso.
L’escursionista, 43 anni, è riuscito a chiedere aiuto e a dare alcune indicazioni ma poi le comunicazioni si sono interrotte. La centrale ha allertato il Soccorso alpino bresciano, Stazione di Breno, e i Vigili del fuoco.
Le squadre hanno utilizzato i mezzi fino a dove era possibile, poi hanno camminato per un tratto in salita per arrivare sopra la posizione dell’escursionista in difficoltà e infine sono scese nel punto in cui presumibilmente si trovava l’uomo. Dal fondovalle sono saliti i Vigili del fuoco, in direzione opposta. Poco dopo la persona da soccorrere è stata localizzata e raggiunta: si trovava a una quota di circa 700 metri. L’escursionista era sfinito ma illeso e quindi è stato accompagnato a valle.
Il Soccorso alpino era intervenuto nel pomeriggio di martedì anche in alta Val Brembana, provincia di Bergamo. Poco prima delle 16 era arrivato un allerta per una ragazza di 23 anni, residente in provincia di Milano. Stava tornando con un amico da un’escursione ai Laghi Gemelli quando è scivolata sul ghiaccio e si è fatta male a una gamba. Sul posto i tecnici del Cnsas, VI Delegazione Orobica, oltre all’elicottero e le squadre dei Vigili del fuoco. La giovane è stata raggiunta, messa in sicurezza e trasportata per una cinquantina di metri fino all’elicottero, poi trasferita a Carona, dove c’era l’ambulanza, per portarla in ospedale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.