Angolo Terme, coppia morta nel dirupo. Aperta raccolta fondi per la figlia

E' chiaro l'incidente, la procura non ha aperto alcuna inchiesta. Si cerca di dare un futuro alla bambina di 5 anni.

(red.) La tragedia che si è verificata domenica 31 gennaio ad Angolo Terme, lungo le montagne tra la provincia di Brescia e quella di Bergamo, con una coppia che ha perso la vita davanti agli occhi della figlia di soli 5 anni continua a far pensare. Valeria Coletta di 35 anni e il marito Fabrizio Martino Marchi di 40 anni, residenti nel milanese, conoscevano bene quella zona nei pressi del “Salto degli sposi” dove tra l’altro erano andati, con altri due amici, anche lo scorso novembre 2020.

Ma stavolta l’escursione lungo il monte Vareno è finita in dramma nel momento in cui la donna è scivolata in un dirupo, seguita poi dal marito che cercava di aiutarla. Per quanto accaduto la procura di Brescia ha deciso di non aprire alcuna inchiesta visto che è chiaro come si sia trattato di un incidente.

E secondo la ricostruzione da parte dei carabinieri, i due non sarebbero stati attrezzati in modo corretto nel momento in cui trascinavano sul bob la figlioletta. E ora tutta l’attenzione è puntata proprio sulla piccola di fronte alla morte dei genitori. Per questo motivo sulla piattaforma GoFundMe è stata aperta una raccolta fondi per assicurarle un sostegno di vita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.